wsbk 2017 imola start marco serena ph
I piloti del MOTUL FIM Superbike World Championship hanno disputato Gara1 all’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola e la corsa è stata improvvisamente interrotta al dodicesimo giro per una caduta, nelle curve 17 e 18, che ha visto protagonista Eugene Laverty e la sua Aprilia del Milwaukee team che ha preso fuoco. L’irlandese si è allontanato sulle sue gambe, ma è stato portato al centro medico per un controllo generale, dopo la grande caduta ad alta velocità.
wsbk 2017 imola start marco serena ph
Chaz Davies (Aruba.it Racing Ducati) è partito dalla pole position e ha subito preso vantaggio sui suoi avversari, comandando tutta la gara con più di sei secondi di vantaggio al momento dell’esposizione della bandiera rossa. Il gallese, che aveva dimostrato fin dal venerdì la sua grande competitività, e che l’anno scorso aveva conquistato la doppietta, è stato impeccabile sulla sua Ducati Panigale R.
davies ducati imola 2017 wsbk superbike marco serena ph
Sul secondo gradino del podio è salito Jonathan Rea, con la sua Kawasaki ZX-10RR, che aveva superato in precedenza Marco Melandri. Autore di una partenza straordinaria dalla seconda fila, l’italiano si è successivamente dovuto accontentare del terzo gradino del podio e riproverà domani a lottare per la vittoria.
jonathan rea world superbike wsbk 2017 imola marco serena ph
Al quarto posto ha terminato Tom Sykes, davanti a Leon Camier (MV Agusta Reparto Corse) e alla coppia del Pata Yamaha Official WorldSBK Team, Michael van der Mark e Alex Lowes.
66 Tom Sykes Kawasaki superbike WSBK marco serena PH
Completano la top 10 Romano Ramos (Team Kawasaki Go Eleven ) e Stefan Bradl (Red Bull Honda World Superbike Team), mentre il suo compagno di squadra Nicky Hayden si è ritirato per problemi tecnici. Anche Leandro Mercado (IODARacing team) si è dovuto ritirare, dopo una caduta alla curva 7.
Ai piedi della top 10 sono rimasti Alex De Angelis (Pedercini Racing SC-Project), autore di un buon risultato considerando la tendinite al braccio destro, e Lorenzo Savadori che dopo le difficoltà del venerdì ha portato la sua Aprilia del team Milwaukee in dodicesima piazza.
Hanno concluso nella top 15, e quindi a punti, anche Raffaele De Rosa (Althea BMW Racing Team) e Ayrton Badovini (Grillini Racing Team) rispettivamente quattordicesimo e quindicesimo. Jordi Torres, invece, non ha preso parta alla gara non trovandosi in buone condizioni fisiche.