Il finlandese è il più veloce nelle qualifiche e partirà davanti a tutti, al suo fianco il compagno di squadra. Solo tredicesimo Hamilton

Scuderia Ferrari F1 Raikonnen Vettel pole MonacoGP InsideMotorsport.com

Scuderia Ferrari F1 Raikonnen Vettel pole MonacoGP InsideMotorsport.com

 

 

#MonacoGP – Nella città dell’azzardo, nove anni dopo l’ultima volta due Ferrari conquistano la prima fila a Montecarlo. Kimi Raikkonen a sorpresa prende la pole davanti al compagno di squadra Sebastian Vettel distaccato di soli 43 millesimi. Terzo tempo a due millesimi dalla Rossa e seconda fila per il finlandese della Mercedes Valtteri Bottas, quarto l’olandese Max Verstappen su Red Bull. Hamilton? Missing. Non passa gli esami delle qualifiche, è 14° dopo la bocciatura al secondo turno, partirà dalla 13esima posizione (causa penalizzazione di Button). Clamoroso. Anzi, un enigma.

Scuderia Ferrari F1 Raikonnen Vettel pole MonacoGP InsideMotorsport.com

Per il britannico doveva essere il gran giorno, era a caccia della sua 65esima pole come il suo mito dell’adolescenza Ayrton Senna. Invece il principato e la sua Mercedes diventano una prigione. Dopo le prime prove con il miglior tempo, la sua Freccia d’argento si è persa per problemi che lui stesso non ha saputo spiegare. A disagio con le gomme più veloci, in Q2 Hamilton ha sbandato, provato a domare la bestia, senza riuscirci. Nell’ultimo tentativo a disposizione per fare il tempo, a tre minuti dalla fine della sessione dopo essere rientrato ai box per sostituire gli pneumatici, incappa nella bandiera gialla sventolata per la McLaren di Vandoorne finita sulle barriere nella chicane all’uscita dalle piscine: Lewis taglia la curva e di fatto sciupa l’ultima chance. Alla radio chiede se il collega sta bene, poi rientra dai suoi meccanici mettendosi le mani sul casco. In garage, non esce dall’auto per oltre un quarto d’ora, incredulo.

Ci credeva invece la Ferrari, da giorni, che Montecarlo l’avrebbe finalmente premiata dopo così tanto. Qui dove la Rossa ha vinto otto volte ma l’ultima nel lontanissimo 2001 (con Schumacher) e appunto la pole non la vedeva dal 2008, qualcosa, tanto, è cambiato. I due ferraristi a parti invertite rispetto a Sochi, ma primi della classe. Il finlandese Kimi, con la pole numero 17 in carriera, non partiva in testa da Magny Cours (2008) con la Rossa: “Sensazione grandiosa, è stato complicato far questo tempo perché non è stato un week end facile, abbiamo sistemato la macchina e qui non è facile essere veloci. Difficile trovare le giuste traiettorie si rischia di finire sulle barriere”.

Un poco deluso Vettel, ma onesto e lucido: “Sorprendente non aver fatto la pole? Kimi è andato meglio di me. Fino all’ultimo minuto è stata molto incerta”. Il tedesco ha commesso un errore nel primo giro della Q3 e ha dovuto giocarsi tutto nell’ultima tornata: nonostante un’imprecisione in curva 5, ha staccato Bottas. “Ma Valtteri è molto veloce. Non so la Mercedes che problemi abbia avuto”. Neanche Hamilton, che è ancora lì a chiederselo.
LA GRIGLIA DI PARTENZA del #MonacoGP
Prima fila
Kimi Raiikkonen (FIN/Ferrari)
Sebastian Vettel (GER/Ferrari)
Seconda fila
Valtteri Bottas (FIN/Mercedes)
Max Verstappen (NED/Red Bull-TAG Heuer)
Terza fila
Daniel Ricciardo (AUS/Red Bull-TAG Heuer)
Carlos Sainz Jr (ESP/Toro Rosso-Renault)
Quarta fila
Sergio Pérez (MEX/Force India-Mercedes)
Romain Grosjean (FRA/Haas-Ferrari)
Quinta fila
Daniil Kvyat (RUS/Toro Rosso-Renault)
Nico Hülkenberg (GER/Renault)
Sesta fila
Kevin Magnussen (DEN/Haas-Ferrari)
Stoffel Vandoorne (BEL/McLaren-Honda)
Settima fila
Lewis Hamilton (GBR/Mercedes)
Felipe Massa (BRA/Williams-Mercedes)
Ottava fila
Esteban Ocon (FRA/Force India-Mercedes)
Jolyon Palmer (GBR/Renault)
Nona fila
Lance Stroll (CAN/Williams-Mercedes)
Pascal Wehrlein (GER/Sauber-Ferrari)
Decima fila
Marcus Ericsson (SWE/Sauber-Ferrari)
Jenson Button (GBR/McLaren-Honda)