Crutchlow si aggiudica il GP di Argentina Classe MotoGP, polemiche sulla gara di Marquez

L’inglese trionfa davanti a Zarco. Nel dopo gara il pilota della Honda Marquez si è recato ai box Yamaha per chiarire il contatto che ha causato la caduta ma è stato respinto. Caos alla partenza per il cambio delle gomme

 

https://pbs.twimg.com/media/DaSFvbrXUAActh2.jpg

Confusione in griglia prima della partenza, i piloti si recano ai box per montare gomme rain, l’unico a rimanere convinto su pneumatici da asciuto è Jack Miller.

Dopo un rinvio della partenza la decisione della direzione gara è di lasciare Miller in pole e fi far partire il resto dello schieramento arretrando di alcune righe le piazzole di partenza. Ed è proprio prima della partenza che avviene l’imprevedibile: la moto di Marquez si spegne, il pilota spagnolo viene invitato a spingere la moto ai box dal passaggio tra il muretto invece questi spinge la moto riaccendendola e percorrendo un tratto del rettifilo di partenza contromano si posiziona sulla propria casella. Tale operazione costerà un drive through ai box di penalizzazione.

Al via parte bene Miller e per gran parte della gara sarà un gruppetto capitanato dal pilota australiano seguito da Zarco, Rins e Crutchlow.
Zarco dopo poche curve entra in maniera poco ortodossa su Pedrosa provocando una carambola del pilota spagnolo e provocandone il ritiro.

La gara prosegue con i primi quattro che distaccano tutti gli altri, e Marquez in netta rimonta dalle retrovie per recuperare il tempo perso durante la penalizzazione.
Proprio durante la rimonta Marquez prima entra su Aleix Espargaro – Aprilia obbligandolo quasi a uscire dal tracciato, manovra che verrà penalizzata obbligandolo a restituire più posizioni.

Dopo aver scontato l’ennesima penalizzazione Marquez affonda un ingresso di curva su Rossi con una forte differenza di velocità, entrando inevitabilmente in contatto e facendo allargare la traittoria della Yamaha che appena finito l’asfalto si è sdraiata a terra fortunatamente senza danni per il pilota di Tavullia.

La gara prosegue con Miller in difficoltà, Rins guida il quartetto per qualche giro ma deve arrendersi a Crutchlow ben più veloce. Gli ultimi due giri Zarco si avvicina a Cal ma questi non lascia spazio al pilota francese e si aggiudica una vittoria importantissima che lo porta anche a guidare la classifica del campionato MotoGP 2018 per la gioia del team privato Honda LCR di Lucio Cecchinello.

 

Motogp Argentina 2018
Motogp Argentina 2018