Bastianini vince il GP di Catalogna e Bezzecchi, secondo, allunga in campionato.

 

La domenica barcellonese della Moto3™ si chiude con la vittoria di Enea Bastianini. La gara del pilota Leopard Racing è di lotta e il romagnolo ha il merito di restare nelle posizioni di testa dopo la partenza dalla pole position. Il numero 33 non vinceva da Motegi, anno 2016 e il suo fine settimana è da incorniciare. Nelle parole dei piloti della classe cadetta, a fine gara, il ricordo di Andreas Peres, giovane corridore del CEV scomparso su questa pista pochissimo tempo fa.

Marco Bezzecchi è secondo e conquista 20 punti utilissimi per la sua corsa iridata. Terzo Gabriel Rodrigo (RBA BOE Skull Rider).

Prova maiuscola di Bastianini che inizia la corsa davanti a tutti. Resta in testa al gruppo degli inseguitori e dietro di lui è battaglia. Tra questi Nicolo Bulega (Sky Racing Team VR46) autore di un fine settimana di grande crescita dopo il difficile inizio di stagione. Ma sarà una domenica di delusione per lui. Al contrario, quella del pilota Honda numero 33, è di gioia per il ritorno alla vittoria.

“Sono molto felice di essere ancora sul gradino più alto”. Le sue parole, “Ho lottato molto e alla fine ho dato tutto”. Con il successo catalano, Bastianini è quarto in classifica a 68 punti.

A dar battaglia nel gruppo che si gioca il primo posto anche Bezzecchi. Il leader della classifica iridata è in lotta per il secondo gradino del podio e lo conquista con determinazione nelle ultime curve. Ora guida il campionato con 103 punti. “Una gara non bella”, il suo commenta a caldo. “Ho provato a stare agganciato agli inseguitori e nell’ultima curva ho spunto. Voglio dedicare il risultato alla famiglia di Andreas Perez”

Jorge Martin è un fulmine al via, ma dopo aver condotto la gara, cade alla curva nove nel corso dell’ottavo passaggio. È un ritiro che ferma la sua corsa in campionato. Anche per Fabio Di Giannantonio, suo compagno di box, la gara non è facile. È sulla tredicesima casella alla partenza ma dopo qualche passaggio va lungo alla curva 5 e la sua prova è di rincorsa chiudendo come settimo. In classifica i due piloti Gresini sono terzo e secondo, rispettivamente a 84 e 80 punti, scambiandosi le piazze.

Tatsuki Suzuki (Sic58 Squadra Corse) si prova a mettere davanti dopo la partenza dalla prima fila (terza casella). Tenta l’allungo dopo l’uscita di scena di Martin ma perde posizioni ed è quinto.

Nella lotta per le posizioni nobili anche Andrea Migno (Angel Nieto Team Moto3), scattato dalla sesta fila e come detto Bulega che, come Migno, sarà costretto al ritiro a causa di due cadute distinte alla curva 4 e alla 1.