Motogp-dovizioso-qatar-2019

A Losail prima gara stagionale della MotoGP e grande successo della Ducati di Andrea Dovizioso che batte Marc Marquez e Cal Crutchlow.

Inizio ad handicap per Valentino Rossi e Jorge Lorenzo che sono dovuti passare per la Q1 e partono rispettivamente 14° e 15°. In pole la Yamaha del compagno di squadra di Valentino, Maverick Vinales, davanti alla Ducati di Dovizioso e al campione uscente della Honda Marc Marquez.

Subito un problema per Quartararo nel warm up. Il francese è costretto a partire dai box. Dovizioso parte bene e si mette subito davanti a Vinales. In scia ci sono Crutchlow e Rins. Vinales perde rapidamente terreno mentre un Rins scatenato si mette a tallonare Dovizioso passando anche Marquez che comunque duella e ribatte colpo su colpo. Rossi recupera ed è presto in ottava posizione. Lo spagnolo della Suzuki al nono giro va in testa, la gara è avvincente e si fa sotto anche Petrucci che duella con Marquez per la terza posizione. Nessuno riesce a prendere il largo.

A metà gara in testa ci sono Dovizioso e Marquez, Rins e Petrucci, comunque, non mollano. Dovizioso prova a prendere un margine su Marquez, in difficoltà le Yamaha che non riescono a stare a contatto con le prime. Poi si scatena ancora Rins che passa davanti a Marquez. Valentino Rossi riesce a risalire fino al sesto posto. A quattro giri dal termine, Marquez tira fuori gli artigli e attacca Dovi. Rins sbaglia e lascia la posizione a Crutchlow.

Gli ultimi due giri sono entusiasmanti: piccolo errore di Dovizioso che lascia passare Marquez come sempre sornione e pronto ad approfittare delle sbavature altrui. Nell’ultima tornata tra i due è lotta serrata, Marquez sembra farcela ma l’ultimo controsorpasso premia un grande Dovizioso. Sul podio anche la Honda di Crutchlow. Sorprende anche l’ottima gara di Rins che fa sperare nel futuro della Suzuki. Valentino Rossi chiude al quinto posto.

Petrucci è sesto. Delude la Yamaha di Vinales, partito in pole e finito settimo. Il finale si è tinto di giallo, subito dopo la bandiera a scacchi, a causa di un reclamo presentato da quattro team (Yamaha esclusa) contro l’appendice montata dalla Ducati davanti alla gomma posteriore, sostenendo che fosse permessa solo in caso di pioggia.

Rai News

L’ordine di arrivo

1 Andrea DOVIZIOSO 42’36.902
2 Marc MARQUEZ +0.023
3 Cal CRUTCHLOW +0.320
4 Alex RINS +0.457
5 Valentino ROSSI +0.600
6 Danilo PETRUCCI +2.320
7 Maverick VINALES +2.481
8 Joan MIR +5.088
9 Takaaki NAKAGAMI +7.406
10 Aleix ESPARGARO’ +9.636
11 Franco MORBIDELLI +9.647
12 Pol ESPARGARO’ +12.774
13 Jorge LORENZO +14.307
14 Andrea IANNONE +14.349
15 Johann ZARCO +15.093
16 Fabio QUARTARARO +15.905
17 Miguel OLIVEIRA +16.377
18 Karel ABRAHAM +22.972
19 Tito RABAT +23.039
20 Hafizh SYAHRIN +43.242

Non classificati
Bradley SMITH 2 Giri
Jack MILLER 10 Giri
Francesco BAGNAIA 13 Giri