MotoGP storia del Motomondiale

Il campionato Motomondiale MotoGP

La MotoGP è la massima categoria (in termini prestazionali) di moto da corsa su circuito definita dalla Federazione Internazionale di Motociclismo. Le uniche corse organizzate per MotoGP sono i gran premi del Campionato Mondiale.

 

Storia

Questa categoria è sorta nel 2002, sostituendo la precedente classe maggiore, la 500; il nome è stato cambiato a causa del regolamento in merito alla cilindrata, non più limitata a 500 cm³ per qualsiasi tipo di propulsore (rendendo inadatto il termine Classe 500), ma differenziata per tipologia, portando il limite massimo per i motori quattro tempi a 989 cm³. Dalla stagione 2007 la cilindrata massima è stata ridotta a 799 cm³ e non sono più ammessi motori a due tempi; dal 2012 la cilindrata è stata aumentata fino a 1000 cm³.

Le Moto

Le moto sono dei prototipi non in vendita per uso stradale, diversamente da altre categorie di corse (come la Superbike) dove vengono utilizzate versioni elaborate delle moto comunemente in vendita. Uniche eccezioni sono state la Ducati Desmosedici RR del 2007 e la Honda RC213V-S del 2015[1], motociclette omologate per la circolazione stradale ma strettamente derivate dalle rispettive Moto da competizione.

Albo d'Oro

MotoGP albo d'oro

Dal 2002 al 2005 Valentino Rossi è riuscito a vincere nella massima categori 4 mondiali prima con Honda poi portando Yamaha dopo anni di insuccessi a un epoca in cui si è sempre espressa ai massimi livelli.

Solo Nicky Hayden (2006), Casey Stoner (2007 e 2011) e Jorge Lorenzo (2010) sono riusciti a interrompere il dominio del pilota di Tavullia.

Dal 2012 Jorge Lorenzo e Marc Marquez hanno dominato tutte le recenti edizioni.